Verona, la mia travel guide

Verona è la terza città che ho scelto per la mia Estate italiana, romantica e storica. Vi racconto i miei luoghi del cuore

Dopo Venezia e Milano, eccomi a Verona con il mio progetto Estate italiana per rendere omaggio e rilanciare le bellezza del nostro Paese. La terza tappa è Verona, la città degli innamorati, un luogo intriso di storia e di amore.

Ve la voglio raccontare attraverso questi luoghi iconici. Immaginatevi una guida virtuale che vi possa accompagnare durante la vostra prossima visita alla città.

L’Arena di Verona

arena di verona

Non ha bisogno di presentazioni, l’Arena di Verona è un antico anfiteatro romano, costruito durante il I secolo per assistere ai combattimenti dei gladiatori, e che ogni estate ospita la stagione della lirica oltre a numerosi eventi e concerti durante l’anno. Ha una forma ellittica, lo scheletro è formato da tre gallerie concentriche e dai muri e dalle volte che lo costituiscono, e la cavea conta 44 gradini. Arena che dà il nome all’anfiteatro in realtà indicava solo la sabbia, “arena” appunto dove si affrontavano i gladiatori. Il prossimo appuntamento magico da non perdere è il Gala Roberto Bolle & Friends in programma il 2 e il 3 agosto.

Arco dei Gavi

Potrebbe sembrare un arco di trionfo, ma questo bellissimo arco costruito dai romani doveva celebrare la facoltosa famiglia dei Gavi. In origine non occupava la posizione attuale. Era posto di fronte alla torre dell’orologio di Castelvecchio, lungo l’attuale corso Cavour sul cui selciato sono ancora oggi ben visibili le originarie posizioni dei pilastri. Venne smontato nell’agosto del 1805 dalle truppe di occupazione napoleoniche, custodito cona more dai veronesi per oltre un secolo e poi ricomposto nel 1932 in una piazzetta circondata da alberi posta sulla destra del Medievale Maniero di Castelvecchio.

Il Balcone di Giulietta

verona balcone di giulietta

Non c’è coppia di innamorati che non vada a fargli visita per suggellare l’immortalità già data da Shakespeare. Prima di arrivare al balcone si inciampa letteralmente in numerosi biglietti d’amore lasciati dai visitatori. Dietro a questo sogno, però, si cela la realtà: il balcone è un falso perché le case dei Capuleti infatti non si trovavano qui, ma nei pressi dell’argine del fiume Adige… L’importante è sognare e respirare l’amore vero.

Museo Archeologico al Teatro romano

Museo archeologico al teatro romano

Il Museo è situato dentro un convento costruito nel XV secolo dai Gesuiti. Il percorso museale comincia proprio da quella che era la porta principale. Si sviluppa su tre piani con sculture in bronzo e in marmo, monumenti funerari e molte rovine del teatro dove poi furono costruiti edifici civili e religiosi che non ne impedirono di conservarne la memoria.

Giardino Giusti

giardino giusti

Nel cuore di Veronetta, nascosto come un tesoro e un’oasi di tranquillità, sorge questo magnifico giardino che ha conservato il suo antico aspetto rinascimentale e offre una bellissima vista sulla città. E’ una meta della Verona insolita che oltre a fontane, statue e vicoli ben ordinati vi consente di perdervi e ritrovarvi nel suo labirinto, risalente al 1786. Da non perdere è anche Palazzo e Giardino Giusti, un ex fabbricato usato per lavorare la lana e poi trasportato in palazzo di rappresentanza nel corso del Cinquecento per opera di Agostino Giusti.

Piazza delle Erbe

piazza delle erbe
Foto: @travelru

La più antica piazza della città circondata dai monumenti che ne hanno segnato la storia. Qui una volta si teneva il mercato cittadino, oggi ci sono bancarelle che vendono un po’ di tutto. Sulla piazza si affacciano numerosi caffè, per iniziare la giornata di visite o per concluderle con un buon calice di vino.

Ponte Pietra

ponte pietra

E’ uno dei luoghi con vista più suggestivi di Verona e la cosa che mi piace di più è la sua storia, travagliata, con crolli e rifacimenti, un po’ come la nostra vita. E bello per questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *