“Woman Power” perché la donna non è (solo) forte: è power!

Woman Power. Sul mio sito lo vedete scritto ovunque e penso sia arrivato il momento di spiegarvi cosa mi ha spinto a scegliere questo nome. Scartiamo subito tutto ciò che possa ricondurre al femminismo agguerrito: non sono per gli estremi e non è una lotta di genere quella che voglio innescare!

Perché dobbiamo pensare che il “power” debba necessariamente ricondursi alla forza? All’imposizione? A una lotta con muscoli e denti per mostrare al mondo qualcosa che, in fondo, è sotto gli occhi di tutti? La donna è forte, e questa non è una novità e nel 2021 non dovrebbe nemmeno più essere messo in dubbio e dunque essere motivo di discussione. Dovrebbe essere assodato, vero e limpido come la consapevolezza che ogni giorno sorge il sole. Ma questo non vuol dire che dobbiamo vivere le debolezze come un limite, ma accettarle come parte di noi.

Power non è solo forza di inseguire i propri sogni, ma è energia femminile, creatività, equilibrio e amore.

Questo nome l’ho scelto in un momento della mia vita particolare, uno di quelli in cui si aprivano davanti a me due possibilità: arrendermi di fronte ai problemi oppure prendere in mano gli anni migliori e decidere di fare qualcosa per me stessa.

Ecco, questo è il Woman Power secondo me, il fatto di prendere consapevolezza che dentro ognuna di noi c’è ed esiste una fiamma che non smette di bruciare nemmeno nei momenti più bui. E a cui dobbiamo dare ossigeno. Per farlo, è importante trovare ogni giorno il modo per alimentarla. Non voglio certo insegnare a nessuno come fare, perché credo che ogni donna in cuor suo sappia cosa la fa stare bene.

Nei momenti in cui mi sentivo persa, cominciavo a camminare nelle città in cui vivevo. La pallacanestro mi ha permesso di vivere l’Italia da nord a sud, di visitare i luoghi più incredibili che il nostro paese presenta e, perdendomi tra palazzi storici, parchi verdeggianti, strade dissestate e ville di incredibile bellezza, perdevo la strada, ma ritrovavo me stessa. Sono e sarò sempre grata alla bellezza che mi circonda perché è quella che mi ha dato la spinta per vedere il positivo anche nei momenti più malinconici.

E poi la moda che, insieme allo sport, ha rappresentato per me sempre una forte passione. Mi piace vedere come si possa fare arte sul corpo, come cambiando un particolare, si possa costruire un vestito ad hoc per una certa personalità. Adoro l’idea che quello che indosso può mettere in risalto non solo quello che c’è fuori, ma anche quello che c’è dentro, da uno stato d’animo a un aspetto del carattere.

Sono convinta e ve lo ripeto, che dentro di noi ci sia una Wonder Woman che non è solo una guerriera per gli altri, ma lo è in primis per sé stessa. La capacità di determinarci e di trovare il nostro posto nel mondo è qualcosa che ci accompagna per tutta la vita e non dovremmo mai smettere di ascoltare quella vocina che ci parla, perché lei ci conosce a differenza di noi stesse, che spesso tendiamo a dimenticare chi siamo.

Quindi, ora che l’8 marzo si avvicina e che la donna si festeggia a suon di cioccolato e mimosa, ci tenevo a ricordare a tutte (e in primis a me stessa) che essere power è un nostro dovere e diritto di donna e che dobbiamo ricordarcene sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *